closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Quel che resta del calcio

Cartelli di strada. Nella vita può cambiare qualunque cosa – si sente dire – tranne il tifo per la propria squadra di calcio...

Nella vita può cambiare qualunque cosa – si sente dire – tranne il tifo per la propria squadra di calcio. Ciò che è cambiato però è proprio il calcio. Al centro c’è il calciatore (la giovane promessa o il titolare affermato) sempre più inteso come investimento, come bene economico. Il «bene-calciatore» è la gallina dalle uova d’oro a beneficio di variegate figure (lo scopritore di talenti, il mediatore, il procuratore, eccetera) che muovono il business del pallone. Nel quale ci entra di tutto, compresa la grancassa dell’apparato mediatico. Il calcio di quest’ultimo biennio, tenuto sotto scacco dal perdurare del virus...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi