closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Quei «treni dei gol» fanno tremare Catania

Calciopoli. Con l’accusa di truffa e frode sportiva arrestati il presidente del club etneo e altri sei. Per Procura e Digos reati commessi per salvare la squadra e realizzare ingenti vincite

Parlavano al telefono di orari dei treni ma in realtà era un codice cifrato per comprare le partite nel campionato di serie B. È quanto hanno smascherato la Digos e la Procura di Catania attraverso l’inchiesta «i treni dei gol». Con l’accusa di truffa e frode sportiva sono state arrestate ieri mattina sette persone: ai domiciliari sono finiti il Presidente della squadra etnea Antonino Pulvirenti (che si dice estraneo alla vicenda), l’Amministratore Delegato Pablo Cosentino e l’ex Direttore Sportivo Daniele Delli Carri. Oltre ai vertici della società la Procura catanese contesta gli stessi reati anche a due procuratori sportivi: Pietro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.