closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Quartett» nel delirio della civiltà occidentale

La Scala. Fino al 25 ottobre in scena l'opera composta da Luca Francesconi nel 2010

Scena da «Quartett»

Scena da «Quartett»

Il romanzo epistolare Les liaisons dangereuses (1782) di Pierre Choderlos de Laclos, che ha rivoluzionato la narrativa occidentale lavorando come nessuno prima sull’intarsio dei punti di vista dei personaggi, aperti sulla materia scottante del desiderio, della seduzione, del potere e dell’(auto) distruzione, conta numerose trasposizioni. Tra la più interessanti, la pièce Quartett (1982) di Heiner Müller, da cui è tratta l’opera omonima composta da Luca Francesconi nel 2010 per il Teatro alla Scala, che da allora è stata ospitata da 17 teatri in 7 diversi allestimenti e fino al 25 ottobre di nuovo sulle scene milanesi. Müller riduce le geometrie...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.