closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Quarantene alle navi Ong. Depositata interrogazione per il ministro Speranza

Dopo le inchieste del manifesto. Gregorio De Falco: «La misura discriminatoria disposta dall’Usmaf non ha ragioni sanitarie, ma sembra rientrare in una strategia di ostacolo al soccorso»

La Sea-Watch 4 in porto

La Sea-Watch 4 in porto

Il senatore Gregorio De Falco (Gruppo misto) ha depositato un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro della Salute Roberto Speranza (LeU) per chiedere «quali siano le basi giuridico normative che possano ragionevolmente consentire all’Usmaf [Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera, nda] di adottare le decisioni discriminatorie» delle quarantene riservate esclusivamente agli equipaggi delle navi Ong. Il caso delle misure di isolamento sanitario disposte in maniera selettiva è stato denunciato da il manifesto. Il 26 febbraio scorso nell’inchiesta «Covid, quarantene mirate per fermare le navi delle Ong» abbiamo ricostruito il diverso trattamento tra le navi umanitarie e quelle commerciali che avevano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi