closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Quando l’Unione faceva la forza: la firma nel 1957, il progetto Spinelli, l’Europa a 28 paesi

Trattati. Nella stessa sala del Campidoglio oggi la firma della Dichiarazione comune

La firma in Campidoglio del Trattato di Roma del ’57

La firma in Campidoglio del Trattato di Roma del ’57

Oggi, per festeggiare i 60 anni, l’Unione europea si offre una Dichiarazione, al peggio un lifting per mascherare i segni del tempo, al meglio l’avvio di un nuovo slancio. Anche nel passato, due importanti tappe della storia europea sono nate per rispondere al vento dell’euro-pessimismo, che soffiava forte all’inizio degli anni ’80, quando sembrava essersi spenta la forza delle ragioni della costruzione europea, nata sulle macerie della guerra. All'inizio degli anni '80, l’Europarlamento adotta il progetto di Altiero Spinelli su un trattato di Unione europea e l’allora presidente della Commissione, il francese Jacques Delors, propone di realizzare l’Europa senza frontiere....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi