closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Quando l’Italia impazziva per i musicarelli

Al cinema. «Nessuno ci può giudicare», il documentario di Steve Della Casa e Chiara Franchini che racconta il Belpaese (non troppo) spensierato dei '60 e i cantanti diventati star del grande schermo

Caterina Caselli

Caterina Caselli

Nessuno ci può giudicare, regia di Steve Della Casa e Chiara Franchini è un’avvincente incursione negli anni ’60, fatta usando come grimaldello un’invenzione tutta italiana: i musicarelli. Negli Stati uniti Elvis aveva impazzato non solo con la musica ma anche con tantissimi film che lo avevano visto protagonista, anche i Beatles in Gran Bretagna avevano trovato un loro sbocco cinematografico. In Italia il fenomeno acquista una dimensione un po’ diversa. Adriano Celentano, Mina, Rita Pavone, Gianni Morandi, Tony Dallara, Caterina Caselli e moltissimi altri cantanti di quel periodo vengono tutti portati su grande schermo, tra gli altri, da Piero Vivarelli,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.