closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Quando la transizione ecologica diventa una chimera

Dopo la Cop26. Le 887 società che operano nel settore idrocarburi a livello mondiale, negli ultimi tre anni hanno investito 168 miliardi di dollari nella ricerca di nuovi giacimenti

Dalla Conferenza di Glasgow una cosa è emersa in modo chiaro. Per ridurre drasticamente l’uso dei combustibili fossili e contenere il surriscaldamento terrestre a +1,5 gradi entro il 2030, i governi dovrebbero cancellare da subito gli investimenti in carbone, petrolio e gas. Purtroppo non è così. Le società impegnate nella produzione di idrocarburi non danno segni di voler cambiare rotta. Le 887 società che operano nel settore a livello mondiale, come rileva un recente rapporto della Ong tedesca Urgewal, negli ultimi tre anni hanno investito 168 miliardi di dollari nella ricerca di nuovi giacimenti e tanti altri miliardi nella costruzione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.