closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Quando la critica ipocrita massacrò Catherine Breillat

Locarno 70. Nella sezione Histoire(s) du cinéma lo «scandaloso» 36 Fillette , ancora indigesto agli amanti dell’ordine

Non è facile riassumere settant’anni di vita in undici film, anche perché nella storia del festival di Locarno sono molte le pellicole e i registi che hanno segnato inizi di carriere e fatto scoprire sguardi nuovi o di rottura. Basti pensare alla stagione del neorealismo italiano, ai pionieri della Nouvelle Vague, alla scoperta del cinema orientale, iraniano o di paesi al di là della cortina di ferro. E poi ci sono i registi che a Locarno hanno trovato il loro battesimo internazionale come Milos Forman, Marco Bellocchio, Glauber Rocha, Alain Tanner, Gus Van Sant, Pedro Costa, Abbas Kiarostami, Jim Jarmusch....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.