closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Quando il pubblico funziona da motore primo di sviluppo

Recovery Fund. Non servono gli approcci tradizionali riproposti da Giavazzi, Tabellini, Boeri e anche dal Group of Thirty (presieduto da Mario Draghi e Raghuram Rajan)

Un’opera di Anthony Gormley

Un’opera di Anthony Gormley

Il 2021 sarà l’anno del crocevia tra degrado o rinascita, per un grande paese come gli Usa – con le immagini sconvolgenti dell’assalto insurrezionale al Parlamento dei sovversivi pro-Trump – e per un paese più piccolo come l’Italia, dove mostra un suo grado di scelleratezza la diatriba in corso sul rimpasto. Da noi una cosa è certa: grazie al rivoluzionario Next Generation Eu l’Italia si troverà a disporre di una quantità enorme di risorse in tempi rapidissimi se il suo Recovery Plan sarà all’altezza della sfida e, pertanto, chiunque sarà al governo, se dice meno incentivi e più investimenti, dovrà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi