closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Quale mondo, Jean-Luc Nancy

Il ritratto. Sul pensiero del filosofo francese morto quest'estate, un sistema del sensibile e del senso con una capacità di lettura, consonanza e empatia prodigiose

Willy Verginer, Where the stockbroker gone, 2015

Willy Verginer, Where the stockbroker gone, 2015

La consistenza di un pensiero si avverte in quei tratti dove tutto appare sul punto di lacerarsi e scomparire. Là si mostra qualcosa di non immediatamente riconoscibile, di estraneo quasi, animato tuttavia da una sua caparbietà e insistenza. Non si sa più dove si è, e si avanza. Un niente separa il fallimento dalla riuscita. Per Jean-Luc Nancy uno di questi concetti estremi era quello di «arealità». Da una parte questo termine indica una mancanza di realtà, che tuttavia non può essere pensata semplicemente come un’assenza; dall’altra, esso sottolinea la «natura di area», appunto, che «sopraggiunge» a un corpo o...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.