closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Punk e decisamente perverso. E’ Peter Pan secondo Robert Wilson

A teatro. Al festival dei due mondi la nuova creazione del drammaturgo e regista statunitense. In cartellone anche il tocco scespiriano di Tim Robbins con «Sogno di una notte di mezza estate»

due scene da Peter Pan di Rober Wilson

due scene da Peter Pan di Rober Wilson

Il mondo visionario e fiabesco di Peter Pan si addice certamente al teatro di Robert Wilson, alla piega che ha preso da qualche tempo la sua maniera, in bilico fra il piacere infantile del meraviglioso e un’accentuata propensione per il nero. Ma alla riuscita del bellissimo spettacolo visto a Spoleto non è sicuramente estranea la collaborazione che il regista ha intrapreso da svariate stagioni con il Berliner Ensemble. E che regge alla prova di progetti indisciplinati, da una Lulu dagli echi magrittiani con una star quale Angela Winkler alla sfida di mettere da parte il brechtismo d’antan (nel teatro di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi