closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Prove di guerra civile al confine tra sciiti e cristiani in Libano

Processo per la strage al porto del 4 agosto 2020. Spari sulla manifestazione di Hezbollah contro il giudice sgradito. È battaglia a Beirut: 6 morti, 30 feriti e straschichi assicurati. «Tiratori scelti appostati sui tetti per uccidere». Ma il partito delle Forze libanesi nega

6 morti e una trentina di feriti. È il bilancio della mattinata di scontri ieri tra i supporter sciiti di Amal e Hezbollah e quelli cristiani delle Forze Libanesi. La protesta annunciata dai primi due contro il giudice Bitar è degenerata in uno scontro a fuoco che è durato ore e che ha seminato il panico. BAMBINI BLOCCATI nelle scuole, civili nelle abitazioni nelle aree nei pressi di Tayyouneh, confine tra il quartiere sciita di Dahieh e quello cristiano di 'Ain Remmaneh, lo stesso in cui il 13 aprile del 1975 era scoppiata la guerra civile durata 25 anni, quando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.