closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Proteste per Navalnyj, 400 fermati in 60 città

Russia. Arrestata anche la portavoce. Putin duro contro «le ingerenze occidentali»

Una risposta «asimmetrica, rapida e dura» alle provocazioni. Con queste parole Putin, durante il discorso di ieri all’Assemblea federale, ha fatto riferimento alle tensioni tra Mosca e la comunità internazionale, andate crescendo nelle ultime settimane a causa della vicenda Navalnyj, dell’escalation militare nel Donbass e delle nuove sanzioni imposte dagli Usa. Un intervento incentrato su questioni interne – pandemia , cambiamento climatico e prezzi dei generi alimentari – ma in cui non sono mancati i moniti alla comunità occidentale, invitata a «non oltrepassare la linea rossa» con la Russia. Nessun riferimento all’oppositore Aleksej Navalnyj e alla situazione nel Donbass, dove...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.