closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Proteste per Navalnyj, 400 fermati in 60 città

Russia. Arrestata anche la portavoce. Putin duro contro «le ingerenze occidentali»

Una risposta «asimmetrica, rapida e dura» alle provocazioni. Con queste parole Putin, durante il discorso di ieri all’Assemblea federale, ha fatto riferimento alle tensioni tra Mosca e la comunità internazionale, andate crescendo nelle ultime settimane a causa della vicenda Navalnyj, dell’escalation militare nel Donbass e delle nuove sanzioni imposte dagli Usa. Un intervento incentrato su questioni interne – pandemia , cambiamento climatico e prezzi dei generi alimentari – ma in cui non sono mancati i moniti alla comunità occidentale, invitata a «non oltrepassare la linea rossa» con la Russia. Nessun riferimento all’oppositore Aleksej Navalnyj e alla situazione nel Donbass, dove...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi