closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Proteste inascoltate, a Chubut approvata la mega miniera

Argentina. Via libera allo sfruttamento del giacimento d'oro. Gli abitanti in lotta da anni: «Non ci fermeremo». Nel 2003 al referendum l’80% disse di no

Una delle tante proteste contro la mega miniera a Chubut

Una delle tante proteste contro la mega miniera a Chubut

«No è no», ha gridato instancabilmente la popolazione della provincia argentina di Chubut di fronte ai tentativi del governo locale di dare il via all’estrattivismo minerario. Ha continuato a ripeterlo per 18 anni da quando, nel 2003, in una storica consultazione popolare nella città di Esquel, più dell’80% degli elettori aveva votato contro lo sfruttamento di un giacimento d’oro da parte dell’impresa canadese Meridian Gold. Alle orecchie del governatore Mariano Arcioni, spalleggiato dallo stesso presidente Alberto Fernández, quel no non c’è stato verso di farlo arrivare. E così mercoledì, in una sessione speciale convocata di soppiatto per un altro scopo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.