closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Protesta all’Agenas: «Stabilizzateci ora»

Precariato di Stato. Sit in delle Clap sotto la camera per chiedere l'approvazione di un emendamento di Leu che garantisce l'assunzione a 70 professionisti fondamentali nella pandemia

Il presidio delle Clap e dei precari dell'Agenas sotto la Camera dei deputati

Il presidio delle Clap e dei precari dell'Agenas sotto la Camera dei deputati

Dopo il presidio della scorsa settimana sotto il ministero della Salute, i precari «storici» di Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, presidio fondamentale durante la pandemia perché monitora i piani sanitari delle Regioni su terapie intensive e assistenza territoriale, sono tornati nuovamente a mobilitarsi. Ieri mattina alla Camera a sostegno di un emendamento di Leu che, se approvato, disporrebbe l’immediata stabilizzazione dell’intera platea dei precari, almeno 70 hanno il contratto in scadenza il 31 dicembre. Personale qualificato che lavora da decenni che rischia di andare disperso proprio quando con il Recovery Fund si punta a migliorare la sanità....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi