closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Propaganda, antipropaganda, contropropaganda

La «dote» di Letta. L’iniziativa del segretario, che probabilmente si affievolirà dopo l’invito a parlarne nei più rinomati salotti televisivi, è stata immediatamente sfruttata dai partiti di destra che, come spesso accade, sbandierano slogan funzionali alla loro contropropaganda

 Il segretario del Partito Democratico

Il segretario del Partito Democratico

La proposta del segretario del Partito Democratico sta facendo il giro dei media. Enrico Letta ha pubblicamente dichiarato di voler costituire una dote per i giovani di diciotto anni e che questa offerta, o disegno economico, sia funzionale a due principi: il primo sarebbe quello di sostenere i giovani, a cui – secondo le sue parole - nessuno pensa; il secondo risponderebbe al principio di una più equa distribuzione, finanziata mediante la tassa di successione per i patrimoni che sforano i cinque milioni di euro. Il terzo principio, non detto, è che il PD attira poche simpatie e, soprattutto, scarso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi