closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Profondo rosso della sanità nel 2019: fondi sotto la soglia del 6,4% del Pil

Fondazione Gimbe. La denuncia: il Def 2017 conferma il progressivo definanziamento del servizio sanitario nazionale. Nel 2019 la spesa sarà al di sotto della soglia di allarme fissata dall'organizzazione della sanità nel caso della crescita del Pil inferiore alle attese. Rischio di ridurre prestazioni e accesso alle cure

Nel 2019 Italia spenderà solo il 6,4% del Pil, soglia allarme per qualità assistenza e longevità. Il rischio di diminuire l’accesso alle cure, incidendo sulla qualità della vita dei cittadini è sempre più concreto. La fondazione Gimbe ha condotto un’analisi del documento di economia e finanza (Def) 2017, ora all’esame della commissione Sanità del Senato, e sostiene che il rapporto tra spesa sanitaria e Pil diminuirà dal 6,7% del 2017 al 6,5% nel 2018 per precipitare al 6,4% dal 2019. Una percentuale mai raggiunta in passato, inferiore alla soglia di allarme fissata dall’Organizzazione mondiale della sanità: il 6,5% sul prodotto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.