closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«Produzione industriale e pesticidi danneggiano la biodiversità»

Intervista. La resistenza del distretto di via Amerina, parla il presidente Famiano Crucianelli

Il Biodistretto della Via Amerina e del- le Forre è un progetto attivo già da undici anni e ha come obiettivo principale la difesa e la valorizzazione territorio in tutti i suoi aspetti. La sua rete di collegamenti va dalla bassa Tuscia viterbese alla zona adiacente ai monti Cimini. «È qui che l’impatto della monocoltura delle nocciole è più evidente», dice Famiano Crucianelli, presidente del biodistretto. «Tempo fa si coltivava la nocciola solo sui 500/600 metri sopra il livello del mare, ed era una risorsa locale. Adesso si è persa la naturalezza di queste tradizioni. Con l’espansione voluta dalla Ferrero,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi