closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Processo a Lucano, giornalisti e giudici nella rete dei pm

Intervista. Non solo Trapani, tra il 2018 e il 2019 intercettati 33 cronisti dalla procura di Locri. L’ex sindaco dell’accoglienza: inaudito rovistare anche nella mia vita privata

Mimmo Lucano

Mimmo Lucano

Nello stesso periodo in cui alla procura di Trapani si occupavano di salvataggi, Libia e Ong intercettando i cronisti scomodi, quella di Locri dal 2018 al 2019 registrava le conversazioni di 33 giornalisti, 3 giudici, un viceprefetto, il difensore del principale indagato e perfino del portavoce del presidente della Camera. Dialoghi «irrilevanti» per la polizia giudiziaria, ma trascritti comunque dai solerti inquirenti con il risultato di rivelare indirizzi, rapporti confidenziali e dettagli di vita privata. Il processo Xenia che vede sul banco degli imputati Mimmo Lucano si avvia alla conclusione. La camera di consiglio è prevista per il 26 settembre....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi