closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Primo maggio no expo. Chiesta estradizione per i greci arrestati (e scarcerati)

No Expo. Ora la parola passa a Syriza. In Grecia circola indignazione anche per la diffusione delle foto e dei nomi dei ragazzi inquisiti. «La pubblicazione di quei volti viola la legislazione europea sulla privacy, in Italia non esiste la presunzione di innocenza?»

Il Tribunale per il riesame di Atene ha scarcerato i cinque ragazzi, tutti giovanissimi, arrestati ieri nella capitale greca su richiesta della Procura di Milano. I cinque, finiti in manette insieme ad altrettanti italiani catturati a Milano, sono accusati di aver preso parte agli scontri avvenuti nel capoluogo lombardo il primo maggio scorso, durante il corteo No Expo. Sono liberi ma sottoposti ad obbligo di firma due volte al mese. Tra poco più di una settimana è prevista la sentenza sull’estradizione richiesta dall’Italia. Mentre dalla nostra sponda dell’Adriatico la figura mitologica dell’ «anarchico greco», militante radicale munito di bottiglia incendiaria...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi