closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Prima i regolamenti». Letta si tiene il Rosatellum

Maggioranza. Per il segretario del Pd non è il momento di parlare di legge elettorale. Quella attuale «può far vincere Salvini e Meloni anche senza Forza Italia». Ma tra collegi uninominali e liste bloccate consente di nominare anche il prossimo (mini) parlamento

Il segretario del Pd Enrico Letta

Il segretario del Pd Enrico Letta

Le riforme della giustizia (processo penale, civile e Csm) ma anche alcune limitate riforme costituzionali e dei regolamenti parlamentari sono in cima alle urgenze del parlamento per i prossimi mesi. Dovranno però farsi spazio in un calendario monopolizzato dai provvedimenti legati al Piano nazionale di ripresa e resilienza. Dei nove decreti legge indicati nel Pnrr, otto sono previsti entro giugno 2021 e il parlamento dovrà poi convertirli. Tra l’elenco delle priorità non c’è la nuova legge elettorale, malgrado sia considerata il naturale e inevitabile complemento al taglio dei parlamentari. Lo ha confermato ieri il segretario del Pd, dicendo che «non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi