closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Prigionieri scambiati. Talebani, Kabul e Stati uniti all’incasso

Afghanistan. Due docenti e dieci militari per tre leader della rete Haqqani, l'ala più oltranzista e stragista. Ghani spera ora nel dialogo diretto con il movimento e nella rielezione, proprio come il presidente Usa Trump

I due docenti liberati in Afghanistan

I due docenti liberati in Afghanistan

«Scambio prigionieri riuscito e Daesh sconfitto». Il presidente afghano Ashraf Ghani gongola, ma chissà per quanto. A Jalalabad, capoluogo della provincia orientale di Nangarhar, celebra la sconfitta della Provincia del Khorasan, la branca locale dello Stato islamico; a Kabul incassa lo scambio prigionieri. A lungo detenuti in un carcere nella base di Bagram, ieri tre autorevoli esponenti dei Talebani sono stati liberati e hanno raggiunto Doha, la capitale del Qatar in cui ha sede l’ufficio politico dei Talebani e dove per mesi una loro delegazione ha trattato un accordo di pace con Zalmay Khalilzad, l’inviato di Donald Trump. In cambio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.