closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Prigionieri degli spiriti

Vite da pazzi. Un libro raccoglie la testimonianza dell'opera a favore dei malati di mente africani di Grégoire Ahongbonon (che sarà ospite al Salone del libro). Ne pubblichiamo un estratto.

Un ospite della comunità di san Camillo

Un ospite della comunità di san Camillo

Grégoire non è ingenuo, non è un idealista che vive fra le nuvole. Sa che a volte i pazzi possono diventare pericolosi per sé e per gli altri, gli è capitato di essere schiaffeggiato da qualcuno di loro o di finire fuori strada con l’auto per l’azione irrazionale di un malato trasportato. Ma sa anche quello che la psichiatria e la società moderne ci hanno messo molti anni ad ammettere: che la contenzione del malato da ricorso eccezionale passa ad essere facilmente prassi banale e continuativa, che rassicura i sani mentre diventa un’oppressione permanente della persona. Le catene non sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi