closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Presìdi Slow Food: «Così abbiamo evitato il disastro tra i roghi»

Incendi in Sardegna. Sono quasi 22 mila gli ettari arsi: foreste di lecci e roverelle, sughere secolari, macchia mediterranea, pascoli, allevamenti, vigne e decine uliveti centenari sono bruciati per giorni.

Incendi

Incendi

L’aria densa e pesante, l’odore del fumo, il caldo penetrante. E quel ceruleo che incupisce cielo e anima. In Sardegna si impara sin da bambini a riconoscere i segni che portano un unico e devastante messaggio: il fuoco. La cronaca degli incendi frettolosamente liquidati come estivi è sempre la stessa: a fuoco spento, si cercano le cause, si punta il dito e si polemizza fino al rogo successivo. Ma se certo le responsabilità individuali vanno accertate e il dolo punito con severità, l’incendio che ha devastato Montiferru e Planargia testimonia la vera minaccia: la mancanza politiche operative che davvero rispondano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.