closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Premi letterari nel mirino delle cybertruffe

Express. La rubrica delle pagine culturali che fa il giro del mondo

Nella foto la scrittrice Valeria Luiselli

Nella foto la scrittrice Valeria Luiselli

O tutti voi che amministrate premi letterari di una qualche consistenza economica, fate attenzione se il giorno dopo la cerimonia di assegnazione – svolta, causa Covid, a distanza – riceverete dall’esultante vincitore o vincitrice un messaggio in cui, fra un ringraziamento e l’altro, vi si chiede di versare il gruzzolo su un conto PayPal di cui vi viene fornito con prevedibile sollecitudine il numero. O perlomeno, prima di affrettarvi a scucire la grana, date un colpo di telefono ai diretti interessati. Non lo hanno fatto, purtroppo, i responsabili del «Rathbones Folio Prize», un riconoscimento britannico la cui caratteristica principale consiste...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi