closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Pozzallo, l’hotspot per ragazzini soli

Sicilia. Nella struttura ci sono 120 minori non accompagnati su un totale di 140 reclusi

L'hotspot di Pozzallo

L'hotspot di Pozzallo

Un hotspot per piccoli migranti. La fedeltà alle rigide regole imposte da Bruxelles e l’egoismo di alcune regioni possono portare anche a questo, un mega centro lungo la costa di Pozzallo, in provincia di Ragusa, occupato prevalentemente da minori non accompagnati. Giovani e giovanissimi che in questi giorni rappresentano la maggioranza della popolazione della struttura siciliana, 120 sugli attuali 140 migranti reclusi. Provengono da Marocco e Egitto (una trentina di egiziani sono arrivati tutti con lo stesso barcone) ma anche da Eritrea, Mali, Somalia. Praticamente tutti hanno fatto richiesta di asilo e adesso aspettano di essere trasferiti. «Vivere in queste...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi