closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Portare a casa le riforme. Quali e come, non importa

Senato. La nostra Costituzione ha bisogno di modifiche, ma la loro realizzazione dovrà rispettare lo spirito dell’articolo 138

«Uscire dalla palude», «decongestionare il sistema», «sbloccare le riforme» dopo trent’anni di fallimenti. Sono queste le formule, le parole, le sollecitazioni dalle quali siamo stati sommersi in queste settimane. Una offensiva mediatica e culturale talmente pressante da essere riuscita, in poco tempo, a sortire nel senso comune una stupefacente rimozione. Perché non è vero che, in questi anni, non sono state fatte riforme. Le riforme si sono fatte, ma sono state riforme sbagliate. È il caso della revisione del titolo V avvenuta nel 2001, rispetto alla quale il Parlamento si sta oggi adoperando per porre dei rimedi. Ma anche della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi