closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Alias

Pompucci poesia nomade

Interviste. Un film che tocca moltissime corde tra cui domina l'abbandono, con andamento da fiaba

Da più parti viene la considerazione che nel cinema italiano si fanno tanti film «medi» che sono l'uno il clone dell'altro. E si fanno moltissimi bei film, con pochissimi soldi, che non vede quasi nessuno. Leone Pompucci ha avuto il coraggio di andare controcorrente, di fare un film difficile. Non è la prima volta, del resto. Il suo «Camerieri», popolato di mostri e di maschere, pervaso da luce abbacinante, film sulla prevaricazione, merita un posto speciale nella nostra cinematografia. Anche il suo ultimo film, che ha avuto problemi di distribuzione, «Leone nel basilico» è da riconsiderare, pervaso com’è da temi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.