closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Pomigliano d’Arco: «Noi licenziati dalla Fiat, la nostra povertà usata come monito per tutti i lavoratori»

Al Maschio Angioino di Napo li oggi una giornata di solidarietà ai 5 operai disoccupati. La sentenza della Cassazione di giugno li ha condannati a risarcire il Lingotto

Pomigliano d’Arco 25 giugno 2014, protesta dei quattro operai licenziati il giorno prima dal Lingotto per aver inscenato nel 2014 il suicidio di Marchionne

Pomigliano d’Arco 25 giugno 2014, protesta dei quattro operai licenziati il giorno prima dal Lingotto per aver inscenato nel 2014 il suicidio di Marchionne

La sentenza della Cassazione che li ha lasciati senza lavoro e senza stipendio è arrivata lo scorso 6 giugno. Mimmo Mignano, Marco Cusano, Antonio Montella, Massimo Napolitano e Roberto Fabbricatore da allora vivono senza alcun reddito, anzi devono restituire due anni di paghe a Fca. I cinque oggi sono al Maschio Angioino di Napoli: il pomeriggio si discute di obbligo di fedeltà al datore di lavoro, dalle 21 recital teatrali e musica, ingresso libero a sottoscrizione. L’intera giornata servirà a raccontare la loro storia ma anche a capire come funzione il principio «dell’obbligo di fedeltà», applicato dai giudici nel dispositivo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.