closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Polonia, rimosso il difensore dei diritti

Proteste nella capitale. Il verdetto politico del Tribunale costituzionale filogovernativo manda a casa l’ombudsman Adam Bodnar

Adam Bodnar

Adam Bodnar

Proteste a Varsavia per l’ultimo verdetto politico del Tribunale costituzionale, vicino alla maggioranza della destra populista di Diritto e giustizia (PiS). Si tratta della stessa corte presieduta da Julia Przyłębska,, amica personale del presidente del PiS Jarosław Kaczyński,, che a ottobre scorso è riuscita a rendere quasi impossibile il ricorso all’aborto terapeutico in Polonia scatenando proteste in tutto il paese. Questa volta a farne le spese, il difensore civico Adam Bodnar. La sentenza di giovedì ha dichiarato incostituzionale la normativa che permette all’ombudsman di mantenere il proprio incarico ad interim in attesa che le camere trovino l’accordo su un sostituto....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi