closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Polke, linguaggio pop come stratificazione, errore e veleno

A Londra, Tate modern, «Alibis. Sigmar Polke 1963-2010». Politico nel disimpegno, ambiguo senza frontiere, l’artista tedesco, in questa mostra, rischia di rimanere inscatolato

Sigmar Polke, «Freundinnen», 1965-’66 © 2013 Eredità Sigmar Polke, New York, ARS – Bonn, VG Bild-Kunst

Sigmar Polke, «Freundinnen», 1965-’66 © 2013 Eredità Sigmar Polke, New York, ARS – Bonn, VG Bild-Kunst

Famoso per la sua esplorazione di media diversi, dalla pittura a olio e acrilico a installazioni con legno e patate, da docufilm a fotocopie deformate, da fotografie colorate a diapositive seriali, Sigmar Polke è particolarmente amato dalla Tate Modern di Londra, che gli aveva già dedicato una personale nel 2003 ([/V_INIZIO]History of Everything) e gli dedica ora, a quattro anni dalla morte, un’affascinante retrospettiva: Alibis Sigmar Polke, 1963-2010, fino all’8 febbraio 2015, già al MOMA di New York e poi al Museum Ludwig di Colonia in Germania (catalogo a cura di Kathy Halbreich con Mark Godfrey, Lanka Tattersall e Magnus...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.