closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Poesia in prigione, cinque mesi alla palestinese Tatour

Israele. Dopo tre anni ai domiciliari, il tribunale di Nazareth condanna al carcere la poetessa per dei versi scritti nel 2015. Non è servito l'appello di 150 autori statunitensi

La poetessa palestinese Dareen Tatour

La poetessa palestinese Dareen Tatour

Ieri il tribunale di Nazareth ha condannato a 5 mesi di prigione la poetessa palestinese, cittadina israeliana, Dareen Tatour per «incitamento alla violenza». Il reato, secondo i giudici israeliani, sarebbe stato commesso con una poesia del 2015 dal titolo «Resisti, mio popolo, resisti loro». «La sentenza viola la libertà di espressione – commenta il legale di Tatour, Gaby Lasky – È una violazione dei diritti culturali della minoranza palestinese in Israele». La poetessa ha già scontato tre anni ai domiciliari per la stessa poesia. Per lei si erano mobilitati oltre 150 autori americani (tra cui il Premio Pulitzer Alice Walker...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.