closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Podemos avvia un’«analisi collettiva» del voto

26J. Aumentano le divisioni: frattura sempre più netta tra populisti e anti capitalisti

Dentro a Podemos, fin dalla sua nascita, gli spifferi dovuti all'esistenza di diverse «correnti» ci sono sempre stati. Sono però diventati portoni aperti al vento delle polemiche in seguito del voto del 26 giugno. L'aria che tira è quella di un congresso straordinario che potrebbe ancora una volta legittimare una o un'altra anima del partito. Come sempre accade dopo una sconfitta, il rischio più grande è la disgregazione. C'è da sperare che la comunità di Podemos sappia tenere i nervi saldi e non arrivare a conclusioni affrettate, una volta che in modo più razionale sarà analizzato il 26J. Proprio per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi