closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

A voce scritta - il podcast del manifesto

Il manifesto compie 50 anni. Per festeggiare il compleanno con chi come noi è sempre dalla parte del torto abbiamo lanciato A Voce Scritta, il podcast che raccoglie gli editoriali e articoli che hanno lasciato il segno nella storia del giornale.
Vogliamo festeggiare il passato guardando al futuro: continueremo ad ascoltare, raccontare e cambiare il mondo con voi. Come facciamo dal 28 aprile 1971: un editoriale dopo l’altro.

Ascoltaci su:

Addio Berlinguer, un amico

L’11 giugno 1984 muore a Padova Enrico Berlinguer, segretario del Partito comunista italiano. il manifesto di quel giorno rende omaggio all’uomo e al leader titolando così: “È morto un buon comunista. Mancherà al suo partito, a tutta la sinistra, alla democrazia italiana in crisi”. E l’editoriale di Pintor, è come una affettuosa e commovente lettera d’addio. Legge Valentina Carnelutti.

Sport, giocare all’Heysel

Il 29 maggio 1985 si gioca allo stadio Heysel di Bruxelles la finale di Coppa dei Campioni, Juventus-Liverpool. Poco prima del fischio di inizio, le tribune dello stadio cedono per la pressione violenta dei tifosi inglesi e nel caos generale si conteranno 39 morti (di cui 32 italiani) e oltre 600 feriti. La strage andò in onda in diretta tv, in tutta Europa, con le squadre ancora negli spogliatoi pronte a giocare. E si giocò. Legge Valentina Carnelutti.

Sul divorzio divisioni inedite

Il 12 e il 13 maggio 1974 si tenne in Italia il referendum contro il divorzio, istituito con la legge Fortuna-Baslini. In questo editoriale Luciana Castellina analizza le diverse posizioni dell’elettorato. Legge Ascanio Celestini.

Ribellarsi è giusto.

Il 9 settembre del 1976 muore a Pechino Mao Tse-tung. Il giorno seguente Rossana Rossanda dedica un lungo editoriale al Grande Timoniere che “ci ha insegnato che il comunismo è il radicale roversciamento della storia fondata sull’egoismo e sullo sfruttamento”. Legge Alessandra Vanzi.

La forza morale.

Il 30 aprile 1975 il Vietnam del Nord, guidato da Ho Chi Minh, ottenne la riunificazione del paese e la vittoria sugli Stati uniti. Questo editoriale di Aldo Natoli racconta la liberazione di Saigon da parte delle truppe comuniste. Legge Ascanio Celestini.

Ora è accaduto.

Dopo 55 giorni di sequestro, le Brigate Rosse fanno ritrovare il cadavere di Aldo Moro in via Caetani. Questo editoriale di Luigi Pintor racconta quel giorno drammatico: “Moro ucciso in solitudine. Il suo corpo mitragliato e lasciato nel centro di Roma. La famiglia rifiuta i funerali di stato. Manifestazioni e presidi operai”. Legge Ascanio Celestini.

A chi giova?

“A chi giova?” è l’editoriale del 18 maggio 1972 sull’omicidio del commissario Luigi Calabresi. L’editoriale, non firmato, fu scritto da Rossana Rossanda. Condannava fermamente l’assassinio difendendo le ragioni del movimento e della sinistra. Legge Alessandra Vanzi.

Un giornale comunista

“Un giornale comunista” di Luigi Pintor è l’editoriale del primo numero del manifesto uscito il 28 Aprile del 1971. Un editoriale che lancia l’impresa folle di un gruppo di comunisti e sessantottini: “Fare un vero giornale”. Legge Ascanio Celestini.

A breve le nuove puntate.

Seguici anche su:

50 anni

vi sentiamo tutti

Tutto Digitale

3,99 € a settimana

Accesso senza limiti a tutti i prodotti digitali
(Web, App iOs e Android, global, e pdf sfogliabile dalle 10)

Tutto il manifesto

4,99 € a settimana

Con solo 1 euro in più
tutto il digitale e l’abbonamento postale dal martedì al venerdì.

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.