closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Poca cooperazione, molta competizione

La riforma . In disucssione alla Camera, il nuovo testo di legge è un’occasione mancata con diverse ombre

Roma, la Farnesina

Roma, la Farnesina

In questi giorni sta andando in discussione alla Camera, in seconda lettura, la legge di riforma della cooperazione allo sviluppo. Riforma attesa da anni (la vecchia legge è del 1987) - dopo la malacooperazione della seconda metà degli anni Ottanta e di tangentopoli e i tagli che hanno azzerato gli interventi - il nuovo testo sulla cooperazione è un mezzo passo in avanti rispetto alla vecchia legge, ma un’occasione mancata con diverse ombre. È una legge che mette enfasi sulle imprese e toglie spazio al volontariato, che sposa il partenariato pubblico-privato, ma non riconosce alcun ruolo delle organizzazioni del sud...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi