closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Pm acquisiscono i dati di Banca Etruria

La procura di Civitavecchia vuole fare luce sui rapporti finanziari tra Banca Etruria e Luigino D'Angelo, il 68enne suicida il 28 novembre dopo aver perso i suoi risparmi, e ha disposto l'acquisizione della documentazione all'istituto di credito. Saranno poi sentiti i responsabili della Banca Etruria che hanno gestito i risparmi di D'Angelo. Il pm Alessandra D'Amore, titolare dell'inchiesta contro ignoti per istigazione al suicidio, vuole accertare se il pensionato fosse a conoscenza dei rischi della sottoscrizione di un'obbligazione subordinata, ossia esposta in caso di insolvenza della banca. Verranno sentiti anche i testimoni della vicenda ed i responsabili della banca. Intanto,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi