closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Pluralismo tv, alle parole seguano i fatti

Una crisi televisiva come quella che abbiamo attraversato qualche giorno fa il nostro paese non la viveva dal lontano dicembre 1994 quando Berlusconi, sfiduciato da Bossi dopo l’avviso di garanzia ad appena otto mesi dall’insediamento, scatenò i suoi media in un attacco alle istituzioni senza precedenti. Anche allora si parlò di golpe attaccando il presidente Scalfaro e aizzando irresponsabilmente la piazza attraverso la tv. Nei giorni scorsi Di Maio e Salvini hanno presidiato il video, pubblico e privato, con una brutale offensiva mediatica, sfruttando quello che era un evidente errore di Mattarella, l’uno, per gridare irresponsabilmente al colpo di mano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.