closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Piombo nell’Ala destra di Renzi

Giustizia. Verdini condannato in primo grado a due anni, con pena sospesa, per corruzione. La minoranza dem: «Serviva prudenza» I renziani: «Non governa con noi». E intanto «Denis» prosegue la sua campagna acquisti

Denis Verdini con la ministra Maria Elena Boschi

Denis Verdini con la ministra Maria Elena Boschi

Due anni, con pena sospesa. Denis Verdini è stato condannato in primo grado per corruzione. La vicenda è quella dell’appalto per la Scuola dei Marescialli di Firenze e i coimputati del ruggente Denis, tra cui l’allora presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici Angelo Balducci, l’ex provveditore alle opere pubbliche di Firenze Fabio De Santis e l’imprenditore Riccardo Fusi, sono già stati condannati in via definitiva. L’accusa, confermata dalle sentenze, è di aver brigato per concedere l’appalto a Fusi. Il fattaccio comporta per l’ex braccio armato di Berlusconi anche altri guai legali: un secondo processo per corruzione, per aver fatto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.