closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Piombino, Calenda boccia (finalmente) Rebrab: si torna in amministrazione straordinaria

Acciaio. Avviata la rescissione del contratto con l'algerino. Ora la gara fra Jindal e British Steal, ma la città è ferma da 5 anni

Una manifestazione dei lavoratori dell'Aferpi Piombino sotto il ministero dello Sviluppo

Una manifestazione dei lavoratori dell'Aferpi Piombino sotto il ministero dello Sviluppo

Piombino dice addio - sollevata - al quinto pretendente delle sue acciaierie. Ieri, con un ritardo abissale, il governo ha dato il ben servito all’algerino Rebrab e al gruppo Cevital che da fine 2014 controlla l’Aferpi e i suoi 2.200 dipendenti, in buona parte in cassa integrazione. Piombino è lo specchio tragico della situazione della siderurgia in Italia. Oggi scadeva l’ultimatum dato dal ministro Calenda all’algerino Rebrab per trovare un partner industriale che rilanci le sue vuote promesse di ripartenza per una acciaieria ferma oramai da 5 anni. Ieri però l’ad di Aferpi Said Benikene che ha presentato una lettera...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.