closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Piombino ancora in piazza per l’acciaio

Siderurgia. In migliaia all'ennesima manifestazione in difesa del secondo polo siderurgico italiano, ancora nell'impasse e alla vigilia di un decisivo incontro al Mise. Maurizio Landini: "Se non ci saranno risposte concrete, faremo una grande manifestazione davanti a Palazzo Chigi".

La striscione della Rsu delle Acciaierie

La striscione della Rsu delle Acciaierie

“Se dall'incontro di lunedì prossimo al Mise non ci saranno risposte concrete, lanceremo una grande manifestazione a Roma davanti a Palazzo Chigi, e chiederemo un incontro con Gentiloni”. Maurizio Landini parla a una piazza affollata di operai, di studenti, di anziani pensionati delle Acciaierie. A questi ultimi è stata perlomeno risparmiata l'agonia odierna. Ma anche loro soffrono, come tutta Piombino e la Val di Cornia, di fronte ai tanti stop che stanno accompagnando il progetto della Cevital di Issad Rebrab sul futuro di quello che è (era?) il secondo polo siderurgico del paese. A tre anni dalla chiusura dell'altoforno per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi