closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Pignatone ribadisce: Marino estraneo

Mafia Capitale. «La Cassazione ha confermato che l’associazione di Carminati e Buzzi è mafiosa». Il procuratore capo di Roma audito dalla commissione di Rosi Bindi: «Rapporti diversi con le due giunte». Ma «infiltrazioni nel mondo cooperativo anche durante l’attuale amministrazione».

Il procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone

Il procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone

«La Cassazione ha confermato che quella di Carminati e Buzzi è associazione mafiosa». Anche se «Roma non è Palermo, Reggio o Napoli. È troppo grande e complessa per essere controllata da una sola organizzazione mafiosa. Vi sono più organizzazioni criminali, alcune mafiose». Riafferma la bontà del suo impianto accusatorio, il procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone davanti alla commissione parlamentare Antimafia, in audizione per la seconda volta (venne ascoltato anche nel dicembre scorso, all’indomani della prima ondata di arresti per Mafia capitale) a San Macuto. Ma le parole diventano macigni quando l’ex procuratore generale di Reggio Calabria ribadisce che il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.