closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Pietro Ruffo, i colori in azienda

Arte & Workshop. La Fondazione Casoli ha scelto Pietro Ruffo per la tappa del progetto «E – Straordinario» e l'artista ha condotto un laboratorio con sessanta dipendenti del gruppo Angelini

The Wishful Map

The Wishful Map

Pietro Ruffo è meticoloso e dice di darsi orari precisi, di sentirsi un «impiegato dell’arte». E non può che essere un pianificatore quando si pensa alla vastità di molti suoi lavori la cui la visione - macro o micro – non perde mai di intensità e anzi continua a espandersi in un approfondimento e ribaltamento continuo di concetti come quelli di confine, territorio, oppressione e aggressività, religione, etnie e libertà, in una visione geopolitica del mondo così dolorosamente attuale. Il suo viso serio, quello stesso che si riflette nei confessionali della chiesa del Volto di Gesù alla Magliana ma che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi