closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Piemonte, la giunta leghista tenta di smantellare la legge contro la ludopatia

Torino. Protesta davanti alla sede della Regione per impedire il blitz sul gioco d’azzardo

Torino, la manifestazione ieri in piazza Castello

Torino, la manifestazione ieri in piazza Castello

Ieri è cominciata la discussione nel consiglio regionale del Piemonte per cancellare la legge 9 del 2016 con la quale si era limitato il gioco d’azzardo. Già lo scorso anno il centro destra che governa la regione dal 2019 aveva provato ad incardinare, in commissione, le proposte di modifica di quella che viene riconosciuta come la normativa più avanzata d’Italia «per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico». Il cuore del provvedimento è il divieto del gioco d’azzardo a meno di 500 metri da luoghi sensibili come scuole, impianti sportivi, chiese, ospedali, banche, stazioni ferroviarie. La...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi