closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Piccoli rifugiati siriani, fermiamo i ladri d’infanzia

Oggi a Milano. L’iniziativa di un’insegnante: l’ultimo giorno di scuola per gli scolari italiani sia «il primo giorno di liberazione per bambini e bambine che hanno già perso tutto nella guerra»

Si deve all’iniziativa di un’insegnante milanese l’invito a fare dell’8 giugno un giorno simbolico. Non solo l’ultimo giorno di scuola per gli scolari italiani ma «il primo giorno di liberazione per bambini e bambine che hanno già perso tutto nella guerra»: i bambini siriani "prigionieri" della solidarietà pelosa dell’Europa e dell’aiuto interessato della Turchia nei campi profughi al confine col conflitto. «Non possiamo accettare – scrive la nota di convocazione dell’evento - che ai piccoli profughi siriani, schiavi bambini che lavorano fino a 12 ore al giorno, venga rubata l’infanzia, il diritto di andare a scuola, di giocare, disegnare, correre,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.