closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Piano per uccidere Maduro, il governo venezuelano presenta le prove

Caracas. L'intelligence avrebbe anche sventato un attacco all'ambasciata del Brasile

Il presidente venezuelano con papa Bergoglio

Il presidente venezuelano con papa Bergoglio

Militari, alti funzionari e personalità politiche di opposizione. Il governo venezuelano ha illustrato ieri un altro capitolo del piano eversivo, denunciato lo scorso 28 maggio, volto a uccidere il presidente Nicolas Maduro. Un’operazione da realizzare nell’ambito delle proteste violente, scoppiate il 12 febbraio, e ancora parzialmente in corso. Ieri, il ministro degli Interni Miguel Rodriguez Torres ha detto che l’intelligence ha sventato anche un attacco all’ambasciata del Brasile. Nello stato Lara, un gruppo armato ha assaltato una caserma militare, ferendo un tenente e alcuni soldati. Giovedì, un gruppo di incappucciati ha attaccato un autobus di linea a Puerto ordaz, aggredendo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi