closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Pharrajimos, il genocidio rom

2 agosto. È la giornata della Memoria rom, una commemorazione istituita dal parlamento europeo, ma relegata ai margini, per ricordare il mezzo milione di persone sterminate dal nazismo

Una famiglia rom, in basso bambini rom costretti a suonare dai nazisti e Erzsébet Szenesné Brodt

Una famiglia rom, in basso bambini rom costretti a suonare dai nazisti e Erzsébet Szenesné Brodt

Uno stato d’animo cupo era palpabile fra la folla radunata ieri intorno al memoriale dell’Olocausto di Londra, una pietra posta nel cuore di Hyde Park. A mezzogiorno, circa un centinaio di persone, soprattutto rom ed ebrei provenienti da tutto il paese, si sono riunite per commemorare il Pharrajimos - l’uccisione di oltre mezzo milione di persone, circa un quarto di tutta la popolazione rom e sinti dell’epoca - avvenuta durante la Seconda Guerra Mondiale. In piedi, sono rimaste in silenzio per ricordare sotto la pioggia battente e un cielo plumbeo. Qualcuno teneva in mano uno striscione blu con la scritta:...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi