closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Petite fille», immagini per narrare l’invisibile

Filmmaker. In concorso al Festival il film di Sébastien Lifshitz sulla bambina trans* Sasha, la sua famiglia e la lotta con la scuola

Sasha è una bambina di sette anni e Petite fille di Sébastien Lifshitz racconta un anno della sua vita tramite interviste alla sua famiglia – in particolare alla madre – e mostrando momenti di quotidianità o di scontro con un mondo che è ostile nei confronti di chi scompiglia la norma e devia dai ranghi dell’ovvio. Infatti, la dichiarazione di sesso «maschio» iscritta sul certificato di nascita di Sasha rischia d’impedirle di sognare il suo futuro e di privarla di un’infanzia serena a causa dell’impossibilità di assumere a scuola l’identità femminile che sente propria. Ma, a differenza di molte altre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi