closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Peter Evans, l’eco spumeggiante di una fanfara free

BERGAMO JAZZ FESTIVAL. Tra avantgarde e tradizione la tre giorni orobica fa il tutto esaurito

il trombettista americano Peter Evans

il trombettista americano Peter Evans

Anche questa volta abbiamo il pezzo forte. Bergamo Jazz 2013 incorona Peter Evans, trombettista americano. Quasi una scoperta, nonostante sia attivo a apprezzato da circa dieci anni. Un prodigio, non c’è dubbio. Sta in quell’area che di solito si definisce avanguardia, sperimentale, parole così. In trio all’Auditorium, sessione pomeridiana del festival, quella «per palati fini». I partner sono grandiosi quanto lui: John Ebert al contrabbasso e Kassa Overall alla batteria. Mette insieme iterazioni di poche note e veloci fraseggi di alto virtuosismo che denotano una conoscenza dell’hard bop. Ma il discorso di Evans va oltre tutti i modelli identificabili. C’è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.