closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Pesca, il piatto «proibito» finisce a tavola

Mari. Il consumo pro capite di pesce cresce ovunque nel mondo (in Italia 20,5 kg all’anno) alimentando la pratica dell’overfishing. Un misto di illegalità, violazione delle norme e distruzione degli ecosistemi marini

Quando sentiamo parlare di pesca illegale di solito associamo questa pratica alle specie protette, a spietate aziende e privati disposti a pagare qualsiasi prezzo per un piatto «proibito». Più difficile è pensare in questi termini al pesce che troviamo ogni giorno al banco del supermercato. Secondo l’ultimo report della Banca Merci Telematica Italiana, il nostro paese importa oltre un milione di tonnellate di prodotti ittici, che costituiscono ben l’80% del pesce che consumiamo in un anno. Tra questi, viene calcolato che almeno il 50% sia privo della corretta documentazione che ne certifica la piena legalità, non solo in termini di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi