closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Perché Salvini non fa sgomberare CasaPound?»

La lettera del sindaco di Cerveteri, coordinatore del nuovo partito di Pizzarotti, al ministro e alla prima cittadina di Roma ricorda che la sede nazionale dei "fascisti del terzo millennio" è un bene dello stato

La sede nazionale di CasaPound a Roma

La sede nazionale di CasaPound a Roma

Ieri il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, coordinatore di «Italia in Comune» - il nuovo partito fondato dal sindaco di Parma, Pizzarotti - ha scritto una lettera al ministro dell’interno Salvini, alla sindaca di Roma Raggi e al prefetto della Capitale Basilone per invitarli a sgomberare, finalmente, la sede nazionale di CasaPound. «Nella capitale esiste un elenco di immobili occupati stilato con la deliberazione n. 50 del 26 aprile 2016 dal prefetto Tronca. In tale deliberazione vengono individuati 16 immobili da sgomberare con assoluta priorità, fra i quali vi è anche il palazzo di via Napoleone III n. 8, occupato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi